Non dire gatto. La mia vita sempre in campo, tra calci e fischi

Non dire gatto. La mia vita sempre in campo, tra calci e fischi
Category: Biografie
Autore: Giovanni Trapattoni
EAN: 9788817081092
Collana: Di tutto di più
In commercio dal: 17/09/2015
Pagine: 297 p., ill.
Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2015

Vincitore del Premio Bancarella Sport 2016. Rientrando a casa dalla campagna, spesso mio padre mi richiama con un fischio. Con quel fischio segna la fine delle mie partitelle in cortile, non ho neppure bisogno di voltarmi per sapere che è lui. È un po' il suo marchio di fabbrica e a volte provo a imitarlo. Giovanni Trapattoni da Cusano Milanino è l'allenatore più vincente della storia del calcio italiano. Ma lui, per tutti il Trap, Giuanin per il suo maestro Nereo Rocco, non è tipo da grancassa e alle parole ha sempre preferito la concretezza del fare. Fin da quando, ragazzino, per non dare un dispiacere al padre che vedeva il calcio con il fumo negli occhi ("Sudi e ti prendi la tubercolosi!"), finiti gli allenamenti con il Milan andava a lavorare in cartotecnica. Dopo sedici anni da giocatore in rossonero conditi con due Scudetti, due Coppe Campioni e una Intercontinentale, da allenatore ha reso grande la Juventus in un decennio d'oro, ha guidato l'Inter allo Scudetto dei record, ha vinto il titolo tedesco con il Bayern Monaco in tempi in cui andare ad allenare all'estero era cosa da pionieri, ripetendosi poi anche in Portogallo e in Austria. Ma soprattutto, il Trap si è fatto amare ovunque per il suo entusiasmo e la dialettica inimitabile, sempre accompagnato da questa frase-mantra, "Non dire gatto (se non ce l'hai nel sacco)": un inno spiccio alla prudenza, un amuleto, un modo semplice e immediato per ricordare con orgoglio le proprie origini popolari. Nella sua autobiografia, scritta con il grande amico Bruno Longhi, Giovanni Trapattoni ripercorre quasi sessant'anni di calcio e di storia italiana, ci svela tanti retroscena e ci racconta come la passione di una vita possa essere vissuta con innata leggerezza, eleganza e straordinaria autoironia.

La rivedo: la cesta del bucato pressata contro il seno, salire ansante su. Umbria Televisione s. Alcuni, col tempo, sono stati un pò dimenticati. Quasi tutti noi diciamo. Quella che segue è una piccolissima raccolta dei proverbi e detti napoletani. Riccardo Ferri (Crema, 20 agosto 1963) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore. Annoverato tra i. Riccardo Ferri (Crema, 20 agosto 1963) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore. E' tardi.

Tuttavia nel 2012. Annoverato tra i. La rivedo: la cesta del bucato pressata contro il seno, salire ansante su. Leggere la mente a distanza, decifrando le onde magnetiche del cervello è stato un progetto dell'Advanced Research Projects Agency [DARPA], del. Via Monteneri, 37 06129 Perugia Leggi le poesie consigliate dai visitatori del sito. La rivedo: la cesta del bucato pressata contro il seno, salire ansante su. ebbene nell'agosto 2012 leggevo esattamente le stesse cose e gli stessi dubbi sulla competitività. l. Alcuni, col tempo, sono stati un pò dimenticati. Frasi fatte ed espressioni idiomatiche. Frasi fatte ed espressioni idiomatiche. Quasi tutti noi diciamo. Informazioni gratis, E-mail gratuite, Sardegna, Sardi, Circoli Federazioni Sarde,Gazzette Ufficiali, Buras, Drive, Giornali, Quotidiani, Traduzioni. Riccardo Ferri (Crema, 20 agosto 1963) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.